Manager con competenze digital, pronti a partire

Scopri Maia, l’aziende dei manager con competenze digitali.

Il modo migliore per avere le figure qualificate che ti servono, in tempi brevi e con un approccio smart.

scopri di più

I chatbot per i processi finanziari

Scritto da Andrea La Rovere
il 12/14/2022

I processi finanziari sono sempre più interconnessi con i chatbot e l’Intelligenza Artificiale. Non solo a causa della pandemia da Sars Covid-19, ma anche condizioni di comunicazione più comuni, hanno dato modo alle aziende pubbliche e private, di interfacciarsi in modo rapido alle esigenze degli utenti.

L’automazione dei processi che si può ottenere dai chatbot rende questo strumento estremamente versatile, garantendo alle aziende una gestione oculata delle strategie di monitoraggio delle loro entrate e uscite finanziarie.

Chatbot: cos’è

Affinché si possano comprendere gli utilizzi di un chatbot per i processi finanziari, è opportuno darne una definizione. Con il termine chatbot si identifica quel software che ha la capacità di elaborare e simulare le conversazioni umane, siano queste scritte oppure parlate, consentendo all’utenza di interagire in modo rapido con strumenti digitali, riscontrando pochissime differenze dalla comunicazione con un assistente reale.

Il chatbot può essere un software rudimentale, capace di eseguire solo funzioni base, oppure avanzato e garantire un’interazione con Intelligenza Artificiale.

Nell’ambito finanziario vengono utilizzati per la loro versatilità, poiché possono essere impiegati 24 ore su 24, 7 giorni su 7, oltre a fornire informazioni utili in brevissimo tempo, rispettando le normative di riferimento.

Chatbot: utilizzi per i processi finanziari

Circoscrivendo l’utilizzo del chatbot nel settore finanziario è interessante come questo possa essere implementato in diverse condizioni, principalmente: onboarding, servizio clienti, transazioni, consulenza finanziaria, vendita, frodi, assunzione e gestione delle operazioni interne.

Onboarding

I chatbot possono essere utilizzati per migliorare l’approccio alle procedure di onboarding. Questo strumento permette di garantire la disponibilità e il caricamento dei documenti finanziari richiesti direttamente dalla piattaforma di riferimento, eliminando un assistente reale. A tale funzione si aggiunge anche la capacità di inviare il contratto per la revisione, ricordando agli utenti di firmarlo nei tempi previsti.

Un chatbot può aiutare nella configurazione ed esplorazione di un nuovo account, automatizzando tutti questi processi usualmente vincolati agli orari di lavoro canonici. Completano le operazioni di onboarding anche le informazioni inerenti alle recensioni dei nuovi clienti dopo essersi interfacciati con il bot, valutandone le capacità e l’efficacia.

Servizio clienti

Uno degli utilizzi più comuni del chatbot è da ricercare nel miglioramento del servizio clienti. Le attività lavorative più importanti, come quelle mediche o servizi bancari, implementano un sistema di chatbot per garantire ai propri utenti un supporto concreto.

Tra le caratteristiche di un chatbot figura quella di poter essere utilizzato 24 ore su 24, offrendo all’utenza la massima disponibilità in ogni luogo del mondo. Il chatbot permette di rispondere alle domande più frequenti e di fornire risposte che siano coerenti con gli argomenti d’interesse.

Attivando un chatbot gli utenti potranno ottenere la sicurezza dei loro dati personali e chattare senza aver paura di perdere dati sensibili.

Transazioni

Tra gli impieghi più interessanti dei chatbot vi è la possibilità di effettuare trasferimenti tra account ed eseguire transazioni finanziarie. Ponendo la domanda di chi debba essere il destinatario della transazione, il bot chiederà il codice IBAN e inoltrerà la richiesta alla banca.

Ma oltre alla disposizione di transazioni comuni, attraverso il chatbot si possono inizializzare anche le operazioni di: segnalazione di una carta di credito mancante o di una transazione non autorizzata, modifica della password di un account, modifica dei limiti finanziari e richiesta di un prestito privato.

Consulenza finanziaria

La crescita esponenziale dell’utilizzo dei chatbot all’interno di un contesto legato ai processi finanziari è data dalla capacità di fornire consulenza finanziaria.

Pianificare la spesa mensile e dei piani di risparmio consigliati sono due tra le funzioni particolarmente utilizzate dagli utenti; inoltre la consulenza finanziaria si estende anche al saldo bancario e ai suggerimenti fiscali e assicurativi.

I bot più avanzati possono essere programmati anche per l’invio di messaggi di notifica, capaci di ricordare all’utilizzatore di compiere una determinata azione, come quella di ricaricare il credito o di aver superato il limite massimo di prelievo.

Vendita

Ulteriore utilizzo dei chatbot per i processi finanziari è la vendita incrociata. Le società che si occupano di gestire nel migliore dei modi gli aspetti finanziari dell’utenza possono garantire differenti servizi e prodotti legati a questo ambito, come prestiti, assicurazioni, mutui, gestione patrimoniale, investimenti e così via.

I chatbot possono valutare le esigenze dei consumatori, durante il dialogo scritto o parlato, offrendo promozioni e soluzioni indicate per le loro esigenze.

Frodi

L’implementazione dei chatbot consente di prevenire le frodi, perché questi registrano le conversazioni avvalendosi del linguaggio NLU, determinando in pochissimo tempo i comportamenti fraudolenti o sospetti, in modo che il proprietario dell’account venga informato nel minor tempo possibile.

Le conversazioni del bot possono essere utilizzate anche per identificare le strategie utilizzate dai malintenzionati e tutelare la propria attività prevenendo i possibili attacchi futuri.

Assunzione

Le aziende più innovative utilizzano i chatbot anche per l’assunzione dei dipendenti. La comunicazione tramite chat consente ai potenziali dipendenti di porre domande in merito alla mission aziendale, definendo regolamento interno e iter da seguire.

Con il chatbot si possono anche ottenere grafici, video, foto e materiale utile per l’orientamento, agevolando il processo di avvicinamento al lavoro del soggetto interessato.

Sfruttando i chatbot più avanzati si possono anche modificare e creare password dell’account aziendale, gestendo le assunzioni in modo puntuale.

Gestione operazioni interne

Ogni azienda ha l’onere di interfacciarsi a più figure interne, come consulenti finanziari o personale bancario, tale condizione potrebbe porre in una posizione di disagio i dipendenti che non hanno competenze specifiche. I chatbot possono aiutare i dipendenti a ottenere informazioni utili per capire le politiche interne e i regolamenti, tutti i dettagli dei servizi finanziari della società e previsioni sulle condizioni finanziarie del cliente.

Chatbot: l’implementazione dell’Intelligenza Artificiale

L’evoluzione tecnologica ha trasformato radicalmente l’utilizzo dei chatbot. Se fino a pochi anni fa questo strumento era la risposta più semplice alle domande dei clienti, ponendo dei limiti notevoli alle argomentazioni, attualmente un utente poco attento potrebbe non notare la differenza tra un assistente virtuale e uno reale.

Tale condizione è dovuta dall’implementazione dell’Intelligenza Artificiale all’interno dei software di programmazione dei chatbot. L’IA ha la capacità di adattarsi alle esigenze dell’utenza, valutando le informazioni in tempo reale e adattando le risposte a seconda delle necessità.

Un’interazione di questo tipo consente di ottenere una maggiore efficacia nelle risposte e di prevedere quelle che potranno essere le future domande. L’Intelligenza Artificiale migliora anche gli aspetti legati all’automazione, poiché può analizzare, monitorare e decidere quali siano le soluzioni più opportune da applicare.

Chatbot: i benefici per le aziende

L’applicazione dei chatbot per i processi finanziari può garantire diversi vantaggi, ma quali sono quelli che le aziende ricercano maggiormente? In molti casi si è portati a pensare che i chatbot più semplici siano poco funzionali alle esigenze della propria azienda. In realtà, anche uno strumento non troppo avanzato permette di ottenere benefici concreti.

Velocizzazione dei flussi

L’automazione dei processi finanziari è ormai uno standard sia per le aziende che per gli utenti che sono continuamente alla ricerca di servizi smart. Velocizzare i flussi finanziari, siano questi legati alla semplice verifica del saldo bancario o alla più complessa consulenza sul mutuo, rende il processo di interazione molto semplice e comodo.

Entro il 2022 si prevede un’automazione tramite chatbot del 90%, valore percentuale che evidenzia come sia ormai diventato uno standard per tutte le aziende che vogliono garantire un servizio efficace e ottimizzato.

Assistenza clienti

Tra i benefici più significativi nell’utilizzare i chatbot figura l’interazione con la propria clientela. Sviluppare un’assistenza clienti di qualità permette non solo di risolvere i problemi più comuni in modo veloce, ma anche di incrementare la reputazione dell’azienda stessa. Risolvere un problema semplicemente chattando con un bot, riducendo i tempi di attesa di un possibile operatore reale, rende l’esperienza di utilizzo molto più confortevole.

H24

Non vi è dubbio sul fatto che i chatbot siano la soluzione ideale delle aziende che vogliono gestire i processi finanziari per tutto l’arco della giornata. Per quanto si possano anche programmare delle chat con il bot in determinati orari, sfruttarne l’utilizzo 24 ore su 24 garantisce molti più vantaggi. L’utente può risolvere i suoi dubbi in qualsiasi momento della giornata, svincolandosi dagli orari di lavoro canonici.

Brand Reputation

L’implementazione di un sistema con chatbot offre all’azienda una maggiore flessibilità verso la clientela. Tale flessibilità si traduce in un’idea positiva della società di riferimento, migliorandone notevolmente la reputazione del marchio.

Risolvere il proprio problema in modo rapido e utilizzando solo i chatbot, induce gli utenti a una pubblicità diretta e indiretta con altri potenziali clienti. Oltre a fidelizzare chi già possiede un account al proprio servizio, può indurre tanti altri a sottoscrivere o a provare quel brand.

Costi

Beneficio da non sottovalutare nell’utilizzare i chatbot è il costo per integrarli nel proprio sistema aziendale. I chatbot in finanza generano molti più profitti rispetto ai costi di investimento e possono essere scalabili a seconda delle esigenze di chi utilizza tale tecnologia. In un contesto dove la trasformazione digitale è sempre più rilevante, abbattere i costi è fondamentale per ottimizzare le risorse a disposizione.

Conclusioni

Se impiegare i chatbot per i processi finanziari è oggettivamente un vantaggio per le aziende, lo è ancora di più comprendere quale sia la qualità dell’infrastruttura digitale aziendale. Pensare di implementare i chatbot in una società con una pessima infrastruttura renderà l’approccio molto complesso.

Non è un caso che sempre più aziende applichino il calcolo di un test digitale per capire il livello di digitalizzazione della propria azienda del settore e delle corrispettive esigenze, definendo le potenzialità e i limiti della stessa. Compila il test digitale ora!

N

Non trovi personale?

Abbiamo personale qualificato pronto a partire

N

Troppi costi di ricerca, selezione e gestione?

Con noi paghi solo le attività a contratto e interrompi quando vuoi

N

Carenza di competenze digitali?

L’influenza di un manager esterno porta cultura

N

Necessità di un boost?

Possiamo affiancare i tuoi manager per dare loro supporto 

oppure 

Manager specializzati in formula smart

Ti forniamo manager con più di 20 anni di esperienza in aziende strutturate e con le specificità che ti servono 

Ready to go

Sia che abbiate bisogno di un manager per un progetto a breve termine o per coprire un’assenza improvvisa, siamo sempre in grado di aiutarvi